Home Page
Il Palatium
Porta Messina
Panorama

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

11/01/2002

rometta marea / Approvato il progetto di massima della nuova sede degli uffici comunali

Quattro miliardi per il "Palazzo satellite"

Tonino Battaglia

ROMETTA – Uffici del decentramento a Rometta Marea. Si chiama così il progetto elaborato dall'ing. Fausto Domenico Cattafi e dal geom. Salvatore Grillo, ma di fatto l'opera costituirà una moderna sede municipale a Rometta Marea. Il consiglio comunale del centro tirrenico ha infatti avviato la fase operativa per la sua realizzazione, approvandone (12 voti favorevoli e 2 contrari) – su proposta dell'assessore Orazio D'Andrea – il progetto di massima re in variante allo strumento urbanistico. Si tratta di una struttura composta da due piani fuori terra e un cantinato e occuperà un'area di circa 700 mq situata ad angolo tra la via variante SS 113 e la via Mezzasalma. La superficie interessata dall'esproprio è di circa 3300 mq, ove sorgerà anche un'ampia zona di parcheggio e di verde. Al suo interno è previsto l'insediamento delle sezioni decentrate di tutti gli uffici e i servizi previsti dall'ente comunale, oltre a un'ampia sala conferenze e una biblioteca. Costo previsto 4 miliardi, di cui 2 miliardi e 200 milioni provenienti da un mutuo già acceso presso la Cassa depositi e prestiti, e 1 miliardo e 800 milioni che saranno individuati con il prossimo bilancio 2002. Trattandosi di una variante allo strumento urbanistico, il progetto di massima (e tutti gli atti inerenti) dovrà essere prima pubblicato e poi trasmesso alla regione per essere esaminato e approvato dall'assessorato Territorio e Ambiente. Sembra finalmente avviarsi a soluzione un problema che da tempo è causa di molti disagi. Gli attuali uffici della delegazione municipale sono, oltre che in affitto, insufficienti per accogliere le esigenze di un'utenza vasta come quella di Rometta Marea, in cui abitano abitualmente più di 4000 abitanti – che in estate diventano oltre 15 mila – costretti fin'ora, per fruire di alcuni servizi, ad affrontare i 12 km che separano Rometta Marea da Rometta Centro. Per cercare di colmare in parte alcune di queste lacune, lo scorso novembre, l'assessore alle politiche di organizzazione e gestione delle risorse umane Orazio D'Andrea, aveva fatto richiesta urgente (appoggiata da molti consiglieri) al direttore generale del comune tirrenico, Alfonso Riccardo, affinché fosse assegnata – per alcuni giorni alla settimana – un'unità dell'ufficio tecnico centrale all'attuale delegazione di Rometta Marea, in modo da coprire in parte le esigenze della frazione. «Entriamo finalmente – afferma D'Andrea – nella fase operativa. Adesso sarà importante seguire con attenzione l'iter procedurale per accellerare i tempi di realizzazione di questa importante struttura che, una volta ultimata, consentirà una più omogenea e tempestiva erogazione di servizi all'intero territorio comunale, in particolare a Rometta Marea. La nuova opera potrà inoltre assumere una rilevanza socio-culturale, poichè dispone di ampi locali destinati a sala conferenze e biblioteca. Da oltre 20 anni la delegazione municipale della frazione Marea è sempre stata in locazione, e tutti i dipendenti operano tra non pochi disagi a causa dei locali inadeguati, vedi l'ufficiale sanitario, la Polizia municipale, i funzionari dell'ufficio tributi. Basti pensare che, per consentire l'assegnazione alla delegazione di un funzionario dell'ufficio tecnico, siamo costretti a cercare un'altra sede per la guardia medica. In ogni caso – è giusto chiarirlo ai cittadini – ci vorrà almeno un anno per avviare le procedure d'appalto. Nel frattempo si provvederà a lavorare per la realizzazione di altre importanti opere già programate».

Indice Rassegna