Home Page
La Chiesa della Madonna della Scala
Porta Milazzo
Porta Messina

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

15/03/2002

Rometta / Depositati i piani particolareggiati d'attuazione Prg, elaborazione completa

Atti al Genio civile poi l'adozione definitiva

Tonino Battaglia

ROMETTA - A due anni dalla sua adozione in consiglio comunale, l'elaborazione del Piano regolatore di Rometta è stata finalmente completata. I progettisti dell'Ufficio-piano del Comune – incaricati di portare a termine la stesura dello strumento urbanistico dopo che l'Amministrazione aveva rescisso il contratto con i professionisti ingaggiati precedentemente – hanno infatti depositato all'Ufficio protocollo del municipio tirrenico le 11 tavole contenenti le prescrizioni esecutive, vale a dire i piani particolareggiati d'attuazione che nella formazione del Prg dettano precise indicazioni per quanto riguarda i fabbisogni residenziali pubblici, privati, turistici, produttivi e i servizi connessi, rapportati a un periodo di dieci anni. Da questo momento si può dunque far partire il conto alla rovescia che dovrà portare all'approvazione definitiva dello strumento urbanistico da parte del Cru di Palermo. Troppo tempo, infatti, Rometta è rimasta senza un'efficace regolamentazione edilizia, e questo ha comportato uno sviluppo disordinato e privo di logica, soprattutto a cavallo fra gli anni '70 e '80, quando il boom edilizio si è materializzato nell'apparizione di numerosi complessi residenziali, e le colate di cemento non venivano controbilanciate dalle necessarie infrastrutture e strutture. Un esempio emblematico di una cronica mancanza di programmazione sta nel fatto che Rometta, nonostante la sua naturale vocazione turistica, è uno dei pochissimi paesi nel comprensorio Villafranca-Pace del Mela a non poter disporre di un lungomare, poiché a ridosso del litorale sono comparse come funghi schiere di villette che costituiscono in larga parte la seconda casa dei messinesi. Certo, il nuovo Prg non potrà cancellare le vecchie contraddizioni, ma si spera che almeno ne eviti di nuove, e le direttive in esso contenute diano respiro e vivibilità alla cittadina tirrenica. Bisogna ricordare, fra l'altro, che l'iter dello strumento urbanistico romettese è stato particolarmente travagliato e al centro di diverse polemiche, come il ricorso presentato dall'opposizione (rigettato dal Coreco) sulla legittimità della delibera consiliare d'adozione (erano presenti solo 7 consiglieri), ai reclami della stessa minoranza sulle modalità con le quali le tavole con la zonizzazione erano state pubblicate. Adesso le tavole del Prg saranno esaminate dal Genio civile per gli adempimenti dettati dall'articolo 13 della legge 64/74, successivamente vagliato dalla Commissione edilizia per approdare poi in consiglio comunale per l'adozione definitiva, atto che avvierà la nuova procedura di pubblicazione.

Indice Rassegna