Home Page
La Chiesa Madre
Sottocastello
Porta Milazzo

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

30/01/2003

Rometta Petizione degli abitanti delle contrade Gimello

Frane all'ordine del giorno

Maria Saccà

ROMETTA – Maggiore solerzia per ripristinare al più presto la normale viabilità nel tratto che collega Gimello a Gimello Monaci. È quanto chiedono, attraverso una petizione popolare, i cittadini delle due frazioni montane di Rometta al sindaco Enrico Etna, alla giunta e ai consiglieri comunali. Da mesi ormai – si legge nella petizione – crolli, smottamenti, dislivelli del manto e sradicamenti di alberi sono divenuti all'ordine del giorno, non sempre provocati da eccezionali eventi atmosferici. Infatti, anche piogge lievi creano enormi difficoltà a tutta la circolazione dei due paesi, spesso rendendo estremamente pericolose al transito veicolare le piccole viuzze che collegano i piccoli centri, lungo le quali mancano persino i minimi requisiti di sicurezza. Stanchi di vedersi quotidianamente sbarrata l'unica strada che li collega a Rometta, rischiando il più delle volte di rimanere isolati per ore nelle proprie abitazioni, i cittadini di Gimello e Gimello Monaci hanno da giorni promosso una raccolta di firme da presentare al sindaco e agli uffici competenti, affinché si interessino maggiormente alla grave situazione senza limitarsi ai soliti eccezionali lavori di sgombero del “dopo tempesta”. «Non sono più rinviabili tutti quei necessari interventi – dice Pippo Saija, capogruppo della minoranza consiliare “Vivi Rometta” – che possano garantire almeno il sicuro transito veicolare e, soprattutto, l'incolumità dei cittadini. Ma l'amministrazione, nonostante sia a conoscenza della pericolosità della situazione, continua a non preoccuparsene». Nel frattempo il Comune informa, tramite il vicesindaco Visalli, che «da tempo l'amministrazione si sta operando per allargare di circa un metro la strada a monte, tramite un procedimento bonario con i proprietari del terreno. Posso garantire comunque – conclude – che cercheremo di operare nel più breve tempo possibile».

Indice Rassegna