Home Page
Porta Milazzo
Porta Messina
Torre Carceraria

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

09/09/2004

Dissesto idrogeologico Interventi nel Messinese

-

Alessandro Mandanici

Il ministero dell'Ambiente ha stanziato 8,4 milioni di euro per attuare gli interventi urgenti e le misure di prevenzione nelle aree a rischio idrogeologico della Sicilia. Parte dei fondi sono già stati trasferiti alla Regione che ora dovrà programmare gli interventi necessari. Al ministero, invece, attraverso l'Agenzia per la protezione dell'ambiente, spetterà il compito di monitorare e controllare gli interventi pianificati. Dieci le aree che beneficeranno dei finanziamenti. E tutte e dieci individuate nella provincia di Messina. A Rometta il finanziamento più cospicuo: un milione e 700.000 euro che serviranno a ripristinare la rete stradale. Cifra di poco inferiore (1 milione e 690.000 euro) quella destinata, invece, all'area di Alcara Li Fusi, investita da eventi alluvionali e franosi. Eventi che hanno messo in pericolo anche la zona di Santa Domenica Vittoria che riceverà un milione e 500.000 euro per rimettere in sesto il proprio territorio. L'ultimo finanziamento a sei zeri è stato, infine, ottenuto da San Fratello dove, sempre per riparare a eventi franosi, arriverà un milione di euro. Gli altri Comuni beneficiari dello stanziamento erogato dal ministero dell'Ambiente sono stati: Santa Lucia del Mela (800.000 euro), Sinagra (500.000 euro), Furci Siculo (270.000 euro) e Castell'Umberto (250.000 euro). Infine, a Tusa è toccato un budget di 300.000 euro per interventi di consolidamento e regimentazione delle acque mentre a Roccavaldina andranno 250.000 euro per la messa in sicurezza del torrente che percorre il proprio territorio.

Indice Rassegna