Home Page
Sottocastello
Brignoli
Il Palatium

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

18/01/2005

Torna l'incubo attentati a Rometta Incendiata l'auto di un pensionato

-

Tonino Battaglia

ROMETTA – Torna l'incubo degli attentati incendiari. Nella notte tra domenica e lunedì una Seat «Cordoba», in uso a un pensionato, A.L., 60 anni di Messina, è stata distrutta da un rogo che, da successivi accertamenti da parte dei carabinieri, risulterebbe essere di natura dolosa. L'auto si trovava parcheggiata nella centralissima via Fiorina Sardo, a pochi metri da esercizi commerciali e abitazioni. Secondo quanto appurato dalle forze dell'ordine, l'incendio sarebbe stato appiccato intorno alle 23.30 e, nel giro di pochi istanti, le fiamme hanno avvolto totalmente la vettura riducendola a un cumulo di lamiere fumanti. Grosso spavento per gli abitanti degli stabili adiacenti, perché il rogo, sviluppandosi ulteriormente, ha minacciato altre automobili in sosta nelle vicinanze e le stesse abitazioni. Scattato l'allarme, sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Milazzo (caposquadra Nicola Abate), che nel giro di pochi minuti hanno domato le fiamme. Contestualmente, in via Fiorina Fardo sono giunti anche i carabinieri di Rometta, coordinati dal maresciallo Elio Gallo, e la pattuglia della stazione di Monforte S. Giorgio che hanno avviato le indagini. Da quanto emerso, pare che il fuoco si sia propagato da tre punti diversi dell'autovettura e che sull'asfalto siano state rinvenute tracce di liquido infiammabile. Elementi, questi, che indurrebbero a ritenere che si sia trattato di un gesto mirato, anche se il proprietario dell'auto, un tranquillo pensionato di Messina trasferitosi da alcuni anni a Rometta, non sapeva spiegarsi il perché di una simile azione intimidatoria. L'ennesima su cui dovranno indagare i carabinieri

Indice Rassegna