Home Page
Porta Milazzo
Porta Messina
Torre Carceraria

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

08/02/2005

Villafranca - Opportunità per l'imprenditoria giovanile

-

Orazio Bonfiglio

VILLAFRANCA – La convenzione “Missione Sviluppo-Messana” siglata dalla Provincia con l'amministratore delegato di Sviluppo Italia Sicilia, Vincenzo Paradiso, ha portato all'apertura di 11 sportelli nei Messinese. Fra questi rientra anche Villafranca Tirrena che, dal 10 febbraio, renderà disponibile una sede al piano terra del Municipio, dalle 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 17,30. L'attività, la divulgazione e l'assistenza è stata demandata al dott. Antonino Biondo, il quale ha illustrato, in una conferenza stampa, le finalità di “Sviluppo Italia Sicilia”. Alla presenza dei sindaci Piero La Tona (Villafranca) ed Enrico Etna (Rometta), dell'assessore provinciale alle Politiche giovanili Daniela Bruno, del vice presidente del consiglio provinciale Enzo La Rosa e dell'assessore provinciale allo Sviluppo economico Gianni Pino, si è dibattuto delle problematiche giovanili nell'area tirrenica. L'assenza della cultura d'impresa, la poca informazione e il miraggio del posto pubblico, hanno negli anni impoverito le possibilità per i giovani di diventare padroni del proprio futuro. Operativa dal luglio 2000, Sviluppo Italia è coordinata dal ministero dell'Economia ed ha raccolto con sé tutti i progetti che non erano riusciti a decollare, come “Imprenditoria Giovanile”. I responsabili di questo progetto si propongono non solo di erogare prestiti a chi ne richieda, ma anche monitoraggio nel primo anno di attività e consulenza per quelle imprese già esistenti sul territorio. Qualora venga richiesto dai Comuni o dalle scuole, Sviluppo Italia Sicilia si propone di organizzare seminari e convegni per illustrare i vantaggi che offrono. I pacchetti proposti sono due: autoimpiego e autoimprenditoria. Nel primo caso rientrano il lavoro autonomo (ex prestito d'onore), la microimpresa ed il franchising. I prestiti elargiti sono rispettivamente divisi in 25.822,24 euro, 129.114,22 euro e fino a 100.000 euro a fondo perduto nel primo anno di attività. Per il franchising Sviluppo Italia Sicilia mette a disposizione la propria lista di franchise, in modo da rendere più facile l'individuazione dell'azienda monomarca da trattare. Sull'altro "pacchetto", autoimprenditoria, si fa leva su alcune leggi nazionali che agevolano l'erogazione di prestiti e ne facilitano l'avviamento.

Indice Rassegna