Home Page
Porta Milazzo
Porta Messina
Torre Carceraria

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Gazzetta del Sud

06/06/2005

Ferrara domina il “Rallysprint del Tirreno”

Il pilota di Novara di Sicilia, navigato da Furnari, vince quattro prove su nove. Terzo il santateresino Stracuzzi

-

VILLAFRANCA TIRRENA – Michele Ferrara navigato da Antonio Furnari su Renault Clio Williams di gruppo A, in gara con i colori della scuderia Messina Racing Team, ha vinto il «2. Rally Sprint del Tirreno», la gara valida per il campionato siciliano, promossa dalla locale Top Competition e organizzata tecnicamente dalla messinese Eagles Racing, alla quale si è affiancata la palermitana Esselle Competition. La manifestazione ha goduto del supporto della Provincia regionale di Messina e delle Amministrazioni comunali dei 4 comuni interessati dalla competizione: Villafranca Tirrena, Saponara, Rometta e Spadafora. Il preparatore di Novara di Sicilia e titolare della omonima factory, ha vinto 4 delle 9 prove speciali in programma, prendendo il comando sulla 3. prova speciale e mantenendolo fino al traguardo sul lungomare di Villafranca. «Sulla prima prova non abbiamo forzato anche per via del fondo reso viscido dal caldo, poi abbiamo attaccato e siamo passati in testa. La nostra vettura non ha lamentato il minimo problema» ha dichiarato Ferrara all'arrivo. Sul secondo gradino del podio sono saliti gli ennesi Epifanio Beccaria e Calogero Giglia, portacolori dell'Autosport Sant'Angelo di Brolo, che si sono aggiudicati 4 crono, anche se un dritto sulla terza prova speciale è costato la leadership. Un ulteriore ritardo per la Renault Clio Williams del Team d'Ambra è arrivato dopo una lieve toccata sulla Ps 6. Ennesima brillante rimonta per Antonino Stracuzzi (il vincitore della scorsa edizione), navigato dal locale Angelo D'Arrigo su Fiat Stilo Abarth di gruppo A. L'alfiere del Team Phoenix ha dovuto risalire la classifica dalla 10. posizione, penalizzato dal cattivo funzionamento dell'idroguida sin dal primo via, inconveniente durato per 3 prove speciali. Il pilota di Santa Teresa Riva e il copilota di Villafranca Tirrena sono riusciti a conquistare il podio dell'avvincente gara. Alle spalle del quarto classificato Luigi Guidara su Peugeot 106 Rallye si è accesa una avvincente sfida in gruppo N, dove il primato è andato al messinese Antonino Cannavò, portacolori del Messina Racing Team, in coppia con Graziano Leardi su Renault Clio Rs Light, leadership conquistata solo a 4 prove dal termine, scavalcando il palermitano Pietro Purpura su Honda Civic Type-R, al quale ha letto le note il concittadino Mario Ravetto Antinori, che l'aveva strenuamente difesa fino a quel momento sperando di bissare il successo di gruppo N della prima edizione. I capricci del differenziale autobloccante e le noie ai freni non gli hanno consentito di difendersi come avrebbe voluto. Tra le vetture di scaduta omologazione, dominio incontrastato ancora una volta per l'equipaggio messinese della Giarre Corse, Giuseppe Riggio e Nicolino Mangano, su Renault 5 Gt Turbo, con la quale hanno vinto tutte le prove. In 57 hanno tagliato il traguardo finale, su 81 equipaggi partiti. Un numeroso e composto pubblico ha seguito la kermesse in una assoluta e calda giornata. CLASSIFICA ASSOLUTA: 1) Ferrara-Furnari (Renault Clio Williams) in 19'42"9; 2) Beccaria-Giglia (Renault Clio Williams) a 13"2; 3) Stracuzzi-D'Arrigo (Fiat Stilo Abarth) a 36"9; 4) Guidara-Pintaudi S. (Peugeot 106 Rallye) a 37"6; 5) Cannavò-Leardi (Renault Clio Williams) a 39"6; 6) Purpura-Ravetto (Honda Civic Type R) a 42"1; 7) Schepisi G.-Schepisi I. (Peugeot 106 Rallye) a 47"1; 8) Nucci-Gelardi (Renault Clio Williams) a 52"3; 9) Mannini-Boldrini (Renault Clio Williams) a 56"1; 10) Venuti-santoro (Peugeot 205 Gti) a 1'00"1.

Indice Rassegna