Home Page
Villa Comunale
Il Palatium
Torre Carceraria

Home
La Storia
Rassegna Stampa
Phototeca
Link
Meteo
Scrivici


Rassegna Stampa

Omnia Press

05/10/2007

Presentato il bilancio consuntivo

Rometta

Orazio Bonfiglio

Hanno tenuto banco i numeri del bilancio, nell'ultima seduta del Consiglio comunale di Rometta. L'assessore Piero Gazzara, ha riferito in consiglio quanto realizzato nell'anno 2006 ed è stato oggetto di critica da parte degli consiglieri di opposizione che lo accusato di essersi troppo legato al Patto di Stabilità, lasciandosi così che l'avanzo di Rometta aumentasse rispetto all'anno precedente: 892 mila euro per il 2006. Proprio questo grande disavanzo ha creato delle perplessità tra gli oppositori in aula che alternandosi tra il capogruppo Nicola Merlino, Alessandro Nava, Stefano Barbera e Orazio D'Andrea, hanno evidenziato che il Patto di Stabilità è solo una scusa da parte dell'assessore per giustificare la mancanza di interventi in opere pubbliche nel territorio di Rometta. "E' chiaro - dichiara Nava - che a Rometta non si investe ed ecco dunque che quanto previsto non viene poi realizzato". Mentre Merlino paventava possibili sanzioni per il mancato rispetto del Patto, Barbera, invece, puntava l'indice sugli affitti (circa 45 mila euro) che il Comune deve pagare per gli edifici in cui hanno sede gli uffici cui deve aggiungersi lo stabile per la biblioteca che il Comune cerca nella frazione marina. In apertura di seduta, il consigliere Fortunato Marcianò del gruppo Misto, ha chiesto lumi al sindaco in merito alla sua assenza dal corteo popolare di domenica per protestare contro l'esosità delle bollette Ato rifiuti. "Sono vicino alle persone - dichiara Etna - però in qualità di sindaco, insieme ai miei colleghi, abbiamo altre sedi per protestare e lo stiamo già facendo. Inoltre stiamo puntando alla riduzione dei costi del conferimento in discarica, nonostante l'Ato abbia intimato ai Comuni di dover pagare l'avanzo causato dal mancato pagamento dei cittadini e per la nostra comunità ammonta a 350 mila euro". Il consiglio è stato rinviato a martedi 9 alle ore 18 per discutere i punti all'ordine del giorno rimasti in sospeso.

Indice Rassegna